Sentieriselvaggi21st – n.14 (Copia cartacea)
In offerta!

Sentieriselvaggi21st – n.14 (Copia cartacea)

12,00

Il n.14 della rivista cartacea bimestrale di Sentieri selvaggi

in copertina

VIDEO-GIOCO D’AMORE

Il nuovo linguaggio del cinema

 

APERTURE

EDITORIALE

Il secolo del videogame, di federico chiacchiari

ILLUMINAZIONI

Massimo Troisi
Indiana Jones
Lebron James

THE ITALIAN JOB

L’urlo di Antonio Rezza, di aldo spiniello

Con l’ultimo film, Il Cristo in gola, Antonio Rezza racconta a modo suo la passione e la predicazione di Gesù. Non c’è Flavia Mastrella, al suo fianco. Ma non è un segno di rottura con il passato. Ancora una volta si gioca con i codici, con la scatenata libertà della performance, per scardinare qualsiasi vincolo e autorità. In nome di un’affermazione di assoluta libertà

COVER  STORY

For the love of the videogame

La scomparsa di Gavin, sergio sozzo

Abbiamo affrontato il fenomeno crescente e sempre più “totalizzante” del gaming come fossimo tornati alle origini del cinema. Quali sono gli autori? Come funziona l’industria? Come sta mutando questo linguaggio? Da chi è formato il pubblico? Ancora una volta alla ricerca di un’immagine mancante

Virulenza, di riccardo baiocco

La serie HBO The Last of Us, da poco conclusa, è il nodo nel quale si legano cinema, serialità e videogame. È anche il prolungamento di un’opera espansa, apice del percorso di Naughty Dog, casa di sviluppo dietro al videogioco del 2013. Ripercorriamo, allora, attraverso l’analisi di videogame come Jak & Daxter, Uncharted e lo stesso The Last of Us, le traiettorie che hanno avvolto l’essere umano fino al sogno di riprogrammarlo, oltre la rete

Lo sguardo oltre i dati, a cura di alessio baronci

Dieci game designer che hanno attraversato la soglia, intravedendo nel videogioco uno spazio da modellare attraverso una sensibilità sempre più marcata e definita. Dieci Autori che hanno creato generi, che hanno fondato la sintassi del gaming interrogandosi, allo stesso tempo, sul rapporto tra videogioco e giocatore

Dai cabinati a Twitch, di gianluca tana

I videogiochi sono da sempre affiancati dalle loro community, gruppi di fan che si riuniscono intorno alla passione comune e si scambiano aiuti, informazioni e commenti. Questa realtà è ora quanto mai evidente grazie al grande successo di aggregatori come Twitch e YouTube, ma qual era la situazione prima dell’avvento di questi player? Ecco una ricognizione sulle comunità di videogiocatori in Italia dai cabinati fino a oggi

Marx at the Arcade, di jamie woodcock

Lucido analizzatore del mondo del lavoro e delle regole di mercato del XXI secolo, Jamie Woodcock compie un viaggio attraverso il mondo dei videogame sulle tracce di Karl Marx e dello sfrenato capitalismo che pervade il “sistema” delle industrie creative e delle multinazionali. Un estratto dal libro, ancora inedito in Italia, Marx at the Arcade: Consoles, Controllers, and Class Struggles (Haymarket, 2019)

TEMPI  Out From the Past

ARCHIVIO – STORIE DEL CINEMA

Blasetti ai critici, di alessandro blasetti

Nel numero di Star, uscito il 27 aprile del 1946, il direttore Gaetano Carancini chiede al regista Alessandro Blasetti di scrivere sulla critica cinematografica. È appena uscito Un giorno nella vita, uno dei primi titoli di ambiente partigiano nella storia del cinema italiano, e Blasetti, che negli Anni ‘20 aveva iniziato la sua attività proprio scrivendo di cinema, commenta con curiosità e sarcasmo alcune recensioni e recensori del suo film, tra i “bersagli” anche il giovane Antonio Pietrangeli

Alessandro Blasetti – Un giorno nella vita, di alessio baronci

BIOGRAFIE

Leslie Cheung, di daniele d’orsi

Etereo, perturbante, angelico. A 20 anni dalla prematura scomparsa, il volto del cantante e attore di Days of Being Wild e Happy Together continua a tormentarci ogni volta che lo incontriamo sullo schermo, quasi come se il tempo ci avesse condannato a interrogarci, in silenzio, sui misteri nascosti nel suo animo. Ma a noi cosa ha lasciato la sua perdita?

VINTAGE – Back to the Future

The Abyss, di federico chiacchiari

Mentre Avatar: la via dell’acqua supera ampiamente in tutto il mondo la soglia dei due miliardi di incassi e Titanic torna in sala in versione 3D, ecco un saggio originariamente pubblicato nella monografia su James Cameron uscita nel 1998 per Sentieri Selvaggi e Stefano Sorbini Editore. The Abyss (id., 1989) rimane uno dei capitoli cruciali nella poetica del regista canadese, capace di illuminare retrospettivamente l’intera filmografia dell’autore

ALTRE NARRAZIONI

Graphic Novel

Teatro di carta, a cura di chiara zuccari

Uno spettacolo teatrale senza spettatori, tratto da Guerra e Pace di Tolstoj, diventa Diario di uno spettatore clandestino, un racconto di impressioni estemporanee, creative e “sghembe” che vibrano nelle pagine del fumettista e illustratore François Olislaeger. Edito da Emergenze Publishing in collaborazione con il Teatro Stabile dell’Umbria

Diario di uno spettatore clandestino, di françois olislaeger 

SPAZI Open Space

FOTOGRAFIA

Sara Munari. Uno sguardo fuori dal mondo, di susanne john e giovanna sparapani

L’opera della fotografa milanese è un viaggio continuamente rinnovato attraverso i misteri del mondo e dell’umanità. Paesaggi islandesi che diventano scenari di fantascienza, primi piani che raccontano l’incertezza e lo sgomento della Cina pre-covid, il colloquio con la malattia, gli esclusi e gli emarginati

(NEO)REALISMO

Il femminile nel Marvel Cinematic Universe, di francesca bea

Nonostante le nuove “politiche” hollywoodiane, le donne dei film Marvel provano faticosamente a raggiungere una forte caratterizzazione drammaturgica e identitaria. Wanda, Black Widow e Nebula sono i personaggi più interessanti all’interno di un panorama ricco di eroine, ma ancora fortemente mascolinizzato e patriarcale. Un saggio tratto dall’ebook Marvel Cinematic Universe Racconti dal multiverso (ed. goWare/Sentieri selvaggi)

TEMPI No-Future

TRACCE DIGITALI

Intervista a Tsai Ming-liang, di  alessandro amato

Sono trascorsi quasi trent’anni da Vive l’amour, il film che consegnò al cineasta asiatico il Leone d’oro, consacrandolo come uno dei nomi imprescindibili del cinema contemporaneo. Oggi Tsai Mingliang sembra sempre più interessato a nuovi “tempi” e “spazi” di visione e negli ultimi anni ha deciso di sperimentare il mondo dei musei e delle video-installazioni

LONG FORM STORIES

Una passione infiammabile, di paolo cherchi usai

Cosa si intende per digitalizzazione e restauro digitale? Che strada hanno deciso di intraprendere tecnologia e mercato nella preservazione del cinema in pellicola del XX secolo? Nella recente riedizione della sua “guida allo studio del cinema muto”, uscita per la prima volta in Italia trent’anni fa, Paolo Cherchi Usai ci introduce al mondo della conservazione e del restauro del patrimonio filmico delle origini e presenta i risultati più recenti delle sue indagini, riscoperte e riflessioni sull’argomento

SHORT FORM STORIES

Quinzinzinzili, di régis messac

Fantapolitica, distopia, preveggenza. Nel 1935 lo scrittore e critico Régis Messac scrive e pubblica un romanzo postapocalittico che anticipa la Seconda Guerra mondiale. Per anni inedito, Quinzinzinzili immagina un’umanità spazzata via da un’arma chimica con un unico uomo superstite insieme a sette bambini. Pubblichiamo le prime pagine del libro che esce finalmente in Italia per Edizioni Tlon con la traduzione di Michele Trionfera

TIME OUT
#TEATRO (lucrezia ercolani)
#PAULKLEE (walter bejamin)
#SERIETV (mario turco)
#MICHAELSNOW (cecilia ermini)

SEGNALAZIONI

Visioni selvagge, a cura di simone emiliani

Tra sala cinematografica, streaming e serie tv, ecco i titoli che abbiamo amato di più e che segnaliamo ai nostri lettori

Collateral, a cura di sergio sozzo

traiettorie extracinematografiche espanse da non perdere

DOPPIO SCHERMO

Uno schermo tra infiniti schermi (im)possibili? – Profondo rosso, D.Argento

Che cos’è il cinema oggi: un “ingrandimento” della realtà? La “rivelazione” di un inganno? Uno schermo tra infiniti schermi (im)possibili?